Anche nella scuola, come in tutto il pubblico impiego, la legge sancisce il diritto della contrattazione sul posto di lavoro per alcune materie (criteri utilizzo del personale, criteri di assegnazione ai plessi, organizzazione e orario di lavoro, ripartizione fondo istituto, diritti sindacali…).
Gli attori della contrattazione sono il dirigente scolastico (per l’Amministrazione) e le rappresentanze sindacali unitarie (per il personale), elette dai lavoratori docenti, amministrativi e ausiliari. Il modello di contrattazione vigente nella scuola non è antagonistico, ma cooperativo, orientato all’efficienza-efficacia del servizio e al perseguimento di obiettivi condivisi.

  • Bressani Luigia
  • Codecasa Lanfranco
  • D’Onofrio Annamaria