Istituto Comprensivo LODI V "F. Cazzulani"

Viale Dante, 1 - CAP 26900 Lodi (LO) - tel. +39 0371 420 362
Codice univoco: UFQWH3 Cod. Mecc.: loic 80100v - Cod. Fisc.: 8450 4640 156
e-mail: [email protected] - PEC: [email protected]

Sezione IV

Vigilanza, permessi, giustificazioni ed esoneri

Art. 11: Vigilanza sugli alunni

La vigilanza sugli alunni è affidata “in primis” ai docenti per l’intero periodo di permanenza degli alunni stessi nell’edificio scolastico. Il personale non docente collabora alla vigilanza sugli alunni in particolare nei momenti di ingresso e uscita dalla scuola e sorveglia gli spostamenti nell’ambito dell’edificio durante le lezioni. Al personale non docente viene, inoltre, affidata la sorveglianza delle classi temporaneamente prive del docente, in particolare durante i momenti di cambio dell’ora e degli intervalli.
Durante l’intervallo del mattino è prevista una sorveglianza accurata in prossimità delle scale e all’interno dell’area dei servizi igienici da parte dei collaboratori scolastici.

Per la scuola primaria:
anche il momento dell’intervallo fa parte della vita scolastica, pertanto vigono le stesse regole di convivenza civile e democratica che ci accompagnano tutto il giorno a scuola.
Durante gli intervalli gli alunni possono giocare in classe, nel corridoio o in cortile: sia in classe sia negli spazi comuni esterni devono essere rispettate le seguenti regole comuni.

In aula e nei corridoi:

  • non si fanno giochi violenti o pericolosi per sé e per gli altri,
  • ci si comporta  in modo corretto e rispettoso nei confronti dei compagni e degli adulti; evitare comportamenti aggressivi – di natura fisica o verbale,
  • si modera il tono della voce in classe e nei corridoi,
  • si evita di spingere i compagni e correre in quanto tali atti possono provocare gravi incidenti a sé ed agli altri.

In cortile:

  • non si gioca con la palla,
  • non ci arrampica sulle piante e sui cancelli di recinzione,
  • non ci si allontana dal proprio gruppo e dalla vista delle insegnanti,
  • non si fanno giochi pericolosi,
  • non ci si spinge.

Per tutti i plessi

Particolare attenzione viene riservata agli ingressi per l’intera durata delle attività didattiche.
Non è ammessa la presenza di minori incustoditi all’interno della scuola al di fuori dell’orario scolastico (ad esempio in occasioni di assemblee e colloqui).
Gli spostamenti degli alunni, soprattutto di quelli in situazione di difficoltà, devono avvenire quanto più possibile sotto il controllo del personale docente o ausiliario.
Gli alunni devono recarsi in bagno  durante l’intervallo, salvo urgenti e reali bisogni.  Si raccomanda comunque responsabilità nelle richieste e nelle autorizzazioni, da concedere prevalentemente al suono della campana.

Art. 12: Ingresso/uscita degli alunni

Gli alunni entrano a scuola al suono della campana sotto la sorveglianza del personale ausiliario. I genitori possono accompagnare i rispettivi figli fino all’ingresso della scuola.
Alla fine delle lezioni, gli insegnanti in servizio all’ultima ora verificano, attraverso una tabella affissa alla porta delle singole classi, l’uscita piuttosto che la permanenza a scuola degli alunni per la pausa pranzo.
Al termine delle lezioni l’uscita degli studenti avviene sotto la sorveglianza del docente dell’ultima ora che deve accompagnare la classe fino all’uscita dell’edificio scolastico (coadiuvato dai collaboratori scolastici). Gli spostamenti all’interno della scuola dopo le lezioni mattutine per il raggiungimento delle aule per il pranzo al sacco e della mensa sono controllati dai docenti e dai collaboratori scolastici. Durante la pausa-pranzo i docenti assistono i ragazzi loro affidati. I corridoi sono sorvegliati dai collaboratori scolastici. Eventuali assenze pomeridiane non giustificate sono constatate dai docenti dei laboratori che provvedono ad informare, attraverso un collaboratore scolastico del piano, la segreteria per ulteriori verifiche.

Per la Scuola Primaria e dell’Infanzia, gli insegnanti vigilano affinché gli alunni, alla fine delle lezioni, siano affidati ai genitori o a persona maggiorenne delegata. E’ altresì facoltà dei genitori degli alunni  di classe quarta e quinta della scuola primaria concordare con la scuola le condizioni affinché i propri figli possano compiere il tragitto scuola-casa senza accompagnamento. La richiesta viene fatta mediante compilazione di apposito modulo. Il DS accorda il proprio consenso previa verifica congiunta con i genitori interessati dell’esistenza di adeguate condizioni di sicurezza ambientale.

Art. 13: Assenze, giustificazioni

Le assenze, anche di un solo giorno, devono essere giustificate da un genitore (o da chi ne fa le veci) al docente in servizio alla prima ora, esclusivamente tramite il diario dell’istituto. È indispensabile che lo stesso diario, in quanto strumento privilegiato nel mantenimento dei rapporti scuola-famiglia, sia ben conservato e costantemente inserito nello zaino. In caso di mancata giustificazione, lo studente è ammesso in classe, ma deve giustificare entro il giorno successivo; in caso contrario, la Direzione si riserva di contattare telefonicamente la famiglia. La mancata giustificazione tempestiva viene annotata sul registro di classe. Per assenze ripetute e ingiustificate la scuola provvede a contattare la famiglia. In caso di periodi prolungati di assenze ingiustificate, il DS, dopo gli opportuni accertamenti, informa le Autorità Civili competenti.
Per eventuali periodi di assenza programmata si chiede una comunicazione preventiva, e con un certo anticipo, ai docenti di classe, che potranno così fornire eventuali indicazioni di lavoro da espletare in tempi ragionevoli.
Prima del rientro a scuola, tutti gli alunni assenti sono tenuti a informarsi personalmente sul lavoro svolto in classe, sui compiti assegnati e sulle verifiche programmate, consultando il registro elettronico.
Nella scuola primaria e secondaria di I grado il diario viene consegnato agli alunni all’inizio dell’anno scolastico ed i genitori devono depositare le loro firme nell’apposito spazio. Gli stessi genitori sono tenuti ad accertare lo stato di conservazione e le comunicazioni scuola-famiglia riportate. Le comunicazioni dalla Scuola alla famiglia potranno essere inviate online in relazione dell’adozione del registro elettronico.

Art. 14: Ingressi posticipati e uscite anticipate

In caso di necessità, i genitori possono chiedere, tramite diario, l’uscita anticipata del proprio figlio previa autorizzazione del DS o del personale delegato. Gli alunni devono essere accompagnati da un genitore o da persona maggiorenne espressamente delegata, che ritirerà in segreteria il diario firmato; all’interno della scuola primaria, la richiesta di uscita anticipata dovrà essere inoltrata tramite diario e confermata con la compilazione di apposito modulo al momento dell’uscita. Nella scuola secondaria per le uscite anticipate o per le entrate posticipate dovute a motivi familiari è necessario attendere il cambio dell’ora. Nella scuola primaria, il ritardo superiore ai cinque minuti viene considerato ingresso posticipato. Al terzo ritardo i docenti danno comunicazione scritta alla famiglia avvertendo al contempo il DS.
Eventuali uscite dalla scuola degli alunni iscritti ai laboratori o altre attività pomeridiane al termine delle lezioni mattutine (ore 13,25) dovranno essere giustificate.
Eventuali ingressi posticipati devono essere giustificati tramite diario al docente di classe. Il docente è tenuto a segnalare al DS ritardi ripetuti.

Art. 15: Esonero mensa

Gli alunni sono tenuti alla frequenza della mensa in modo continuativo, conformemente alla scelta effettuata all’inizio dell’anno scolastico. Per il servizio mensa, eventuali variazioni al menù dovute a motivi di salute o religiosi devono essere richieste all’inizio dell’anno scolastico o all’insorgere di eventuali problemi all’Ente Gestore della refezione scolastica.

Art. 16: Esonero Scienze Motorie

L’esonero temporaneo o per l’intero anno scolastico dall’attività di educazione fisica è concesso dal Dirigente Scolastico a seguito di domanda presentata dai genitori, corredata da certificato medico.