Istituto Comprensivo LODI V "F. Cazzulani"

Viale Dante, 1 - CAP 26900 Lodi (LO) - tel. +39 0371 420 362
Codice univoco: UFQWH3 Cod. Mecc.: loic 80100v - Cod. Fisc.: 8450 4640 156
e-mail: [email protected] - PEC: [email protected]

Sezione V

Rapporti scuola-famiglia

Art. 17: Collaborazioni

La collaborazione tra scuola e famiglia è finalizzata alla promozione del successo formativo di ciascun ragazzo, a sostenerne le aspirazioni e a valorizzarne le capacità. La partecipazione dei genitori, oltre quanto previsto per gli organi collegiali, alla vita della scuola è favorita e stimolata in vista di un contributo costruttivo alla progettazione dei Piani di Studio Personalizzati. I genitori possono organizzarsi in un Comitato con proprio regolamento. I genitori condividono e sottoscrivono il Patto Educativo dell’Istituto.

Art. 18: Strumenti di comunicazione

Le informazioni ordinarie della scuola rivolte alla famiglia possono avvenire nei seguenti modi:

  • pubblicazione di circolari sul sito dell’Istituto con contemporanea comunicazione tramite registro elettronico e/o diario scolastico.
  • comunicazione scritta sul diario per la scuola primaria e  prevalentemente tramite registro elettronico per quella secondaria (in particolare se relativa a singole classi o singoli alunni);
  • comunicazione scritta su foglio, con o senza tagliando di riscontro;

Tutte le altre comunicazioni  vengono diffuse tramite sito scolastico all’indirizzo http://www.istitutocazzulani.gov.it/. Agli alunni che non dispongono di un accesso internet (indagine a inizio anno) le comunicazioni verranno sempre fornite su supporto cartaceo.

Le informazioni relative alla valutazione delle prove scritte/orali avvengono tramite:

  • annotazione sul registro elettronico;
  • per la scuola primaria gli elaborati vengono consegnati in visione alla famiglia che deve puntualmente consegnarli integro e firmato. In caso di smarrimento la famiglia ne rilascia dichiarazione. Per consegne ritardate recidive è facoltà del docente trattenere gli elaborati e concederli in visione solo in sede di colloquio.
  • Per la scuola secondaria gli elaborati sono custoditi dai docenti ed i genitori possono  prenderne visione a scuola durante i colloqui o richiederne copia tramite opportuna modulistica.

Art. 19: Incontri Scuola-Famiglia

I rapporti Scuola-Famiglia sono articolati nel seguente modo:

  • incontri con le famiglie degli allievi frequentanti l’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia e le classi quinte della scuola primaria, finalizzati alla conoscenza dell’istituzione scolastica e del PTOF;
  • assemblea di classe all’inizio dell’anno scolastico per illustrare la programmazione didattica e per l’elezione dei rappresentanti dei genitori nei Consigli di Intersezione, Interclasse e Classe;
  • assemblee di classe al termine del primo quadrimestre, in occasione della pubblicazione del documento di valutazione;
  • partecipazione dei rappresentanti dei genitori ai Consigli di Intersezione, Interclasse e Classe previsti dal Piano Annuale delle Attività;
  • incontri individuali interquadrimestrali pomeridiani (novembre e marzo/aprile) per informare le famiglie degli alunni sull’andamento educativo-didattico secondo modalità comunicate di volta in volta ai genitori;
  • colloqui individuali nell’orario di ricevimento dei docenti, in base al calendario fornito all’inizio di ogni anno scolastico, preferibilmente su appuntamento. Tali incontri consentono, rispetto ai precedenti, di trattare in maniera più approfondita e ampia le singole situazioni grazie alla maggiore disponibilità di tempo.

Art. 20: Sciopero

In caso di sciopero degli insegnanti e del personale ATA possono essere apportate modifiche all’orario delle lezioni. Le famiglie saranno preavvisate con congruo anticipo (almeno tre giorni) sul servizio che la scuola potrà garantire. I genitori avranno cura di verificare la data, la durata dello sciopero tramite circolari.

Art. 21: Diffusione di materiale informativo/pubblicitario

I materiali informativi di Enti pubblici o aventi finalità pubbliche ed educative, comunque non di lucro, saranno diffusi, di volta in volta, con l’autorizzazione del Dirigente Scolastico. I materiali e le informazioni pubblicitarie di aziende ed Enti privati con scopo di lucro saranno diffusi solo previa delibera del Consiglio d’Istituto.